Le SOCIETÀ DI MUTUO SOCCORSO
nell’emergenza COVID-19

“La FIMIV ha deciso di promuovere la raccolta delle iniziative messe in atto dalle Società di mutuo soccorso associate nel corso della crisi dovuta all’emergenza Covid-19, – dichiara il presidente Placido Putzolu– per offrire una visione completa e reale dell’aiuto sociale ed economico prestato dalle Società di mutuo soccorso sia ai propri soci e assistiti che alla collettività. Un resoconto aperto in continuo aggiornamento, sulla base delle informazioni ricevute dalle associate e che merita l’attenzione di chi è interessato allo sviluppo delle politiche sociali e del secondo welfare”.

Devoluzioni in denaro ai Comuni per l’acquisto di materiale di protezione sanitaria ma anche agli Ospedali e alla Protezione Civile; interventi di sostegno al reddito; fornitura di beni di prima necessità e consegna a domicilio di pasti pronti alle persone in difficoltà; consegna a domicilio della spesa, medicine e altri beni per gli anziani impossibilitati a uscire; sostegno psicologico, sportelli di informazione sulle disposizioni emergenziali e sportelli di ascolto per raccogliere i problemi dei soci e individuarne le possibili soluzioni; sussidi giornalieri per ricoveri ospedaliero, ma anche per isolamento domiciliare e convalescenza a seguito di positività al Covid-19, sono soltanto alcune delle iniziative messe in atto dalle Società di mutuo soccorso che, nell’emergenza, hanno mostrato una pronta capacità reattiva, rispondendo con efficacia ai bisogni più immediati dei soci e mettendosi al servizio della collettività.

Le condizioni di difficoltà e precarietà date dalla pandemia di Coronavirus hanno reso le SMS potenzialmente ancora più rilevanti per la nostra società. Nate come forma di tutela per i lavoratori o su base territoriale, da tempo le mutue si sono infatti aperte a tutti i cittadini e – a differenza delle assicurazioni – non hanno clienti, bensì soci. È anche per questo che alla base del loro agire permangono ideali di condivisione e solidarietà: valori racchiusi in quello che si può definire il loro motto, “versare poco, versare tutti”.

Nel campo della sanità integrativa le SMS rappresentano l’unica alternativa alla logica for profit delle assicurazioni. Un’alternativa che andrebbe oggi rafforzata e sostenuta. Basti ricordare che le SMS sono organizzazioni non profit, applicano la logica della “porta aperta” (tutti possono diventare soci senza che ci sia una profilazione del rischio sanitario), spendono il 63% delle quote associative in servizi e prestazioni rivolte ai loro soci, e permettono di essere soci per tutta la vita.

Le iniziative messe in campo in questi tempi di crisi sanitaria dalle SMS meritano grande attenzione da chi sia interessato agli sviluppi del secondo welfare. In particolare, è in gioco la possibilità di valorizzare il ruolo che le SMS possono svolgere per una sanità realmente integrativa, e non sostitutiva, rispetto alla Sanità pubblica. Anche in questo momento di crisi, è possibile immaginare nuove sinergie e alleanze tra attori pubblici e SMS per promuovere, ad esempio, una cultura della salute all’altezza delle nuove sfide che ci attendono.

http://www.fimiv.it/le-societa-mutuo-soccorso-nellemergenza-covid-19/

https://www.secondowelfare.it/mutualismo/le-societ-di-mutuo-soccorso-di-fronte-alla-sfida-del-coronavirus.html

Seguici su Facebook

Facebook Pagelike Widget